Terapia di Coppia

La psicoterapia di coppia serve a sviluppare una buona relazione basata su tre principi:
• la conoscenza di sé
• la capacità di scoprire l’altro
• la comunicazione efficace
Conoscere se stessi aiuta a capire le proprie aspirazioni e la propria dinamica interiore; permette di capire cosa ricerchiamo nell’altro.
Se si forma una coppia per evitare la solitudine può accadere che, dopo  un breve periodo di sviluppo insieme, la costante vicinanza diventerà insopportabile.
Se un uomo cerca la mamma nella compagna presto sopraggiungerà la noia e nascerà una simbiosi insopportabile.
La terapia di coppia  aiuta a  verificare se si ha la flessibilità per convivere con quel partner, insegna a verificare nel partner la differenza tra la persona reale e la sua rappresentazione ideale.
La psicoterapia di coppia insegna:
• A guardare il partner in modo creativo e chiedergli di modificare alcuni atteggiamenti a favore della coppia.
• A non avere fretta, accettare i tempi fisiologici nella scoperta del partner e a non accelerare i tempi per stress o esigenze di uno dei due, privando la coppia di momenti di vita creativa.
• Ad organizzarsi spazi fisici e psicologici privati, perché non pretendere spazio per se equivale a non possedersi più.
• Conoscersi reciprocamente, ascoltare e imparare a conoscere l’altro per comunicare con più facilità.
• Insegnare  ad esplorare la personalità dell’altro: conoscere il linguaggio istintivo, i significati della mimica facciale, dei suoi gesti e delle posture. 
La terapia di coppia ha come fine  il prendersi cura del legame tra i due partner aiutandoli a chiarire le loro difficoltà relazionali e trovare un punto d’incontro che permetta loro di superare gli ostacoli che impediscono il benessere della coppia stessa.
 
Negare l’esistenza di problemi nella vita di coppia è già una dichiarazione patologica. Molti si illudono che un problema taciuto non esista ma anzi si dissolva nel tempo, se il problema riguarda i due partner lo si deve analizzare a fondo perché non rimanga un nodo irrisolto.
Questo tipo di atteggiamento è ancora più vero per i problemi di tipo sessuale della coppia; ad esempio nel caso un partner viva un periodo di minor desiderio, l’altro attende passivamente che questo passi senza agire correttamente aumentando il distacco! E’ così che la coppia non si recupera  più. 
La psicoterapia di coppia serve a sviluppare una buona relazione basata sul la conoscenza di sé,  la capacità di scoprire l’altro e  la comunicazione efficace.

La Coppia e la Sessualità

Il termine “sessualità” è riferito agli aspetti psicologici, sociali, e culturali del comportamento sessuale umano, mentre col termine “attività sessuale” ci si riferisce alle pratiche sessuali vere e proprie.
Può esistere una coppia senza sesso? Parte essenziale della vita di una coppia è la vita sessuale piena e soddisfacente. L’incontro dei due corpi rappresenta il momento di massima unione della coppia, solo in quel momento i due partner si abbandonano completamente l’uno all’altro. Una felice armonia sessuale può nascere per istinto, ma nella coppia strutturata, si sviluppa col tempo, superando i blocchi, agendo sulle stimolazioni e parlandosi senza reticenze di tutto ciò che concerne il corpo, le aspettative e curiosità. Anche se non basta il sesso per risolvere i problemi della coppia è vero invece che il futuro della coppia stessa è minacciata se i partner sono sessualmente insoddisfatti. La psicoterapia aiuta ad affrontare subito delle disarmonie nel campo della sfera sessuale.
Se i partner sono coinvolti affettivamente devono affrontare il loro problema sessuale per risolverlo, solo in questo modo possono confermare la vita di coppia. Volersi bene, sposarsi, metter su casa non significa essere sessualmente felici. La psicoterapia sessuale di coppia insegna ai due partner che devono impegnarsi ad apprendere e migliorare la loro sessualità non lasciando niente al caso e parlandosi di tutto, affrontando molti tabù che i due partner possono condividere e a cui spesso si rassegnano.
La “ psicoterapia sessuale” aiuta ad affrontare anche condizioni che rendono la vita sessuale difficile se non impossibile:
• I disturbi della fase del desiderio, mancanza di desiderio sessuale, ed un atteggiamento fobico nei confronti della sessualità.
• I disturbi come la mancanza dell’orgasmo femminile durante il rapporto sessuale e l’”eiaculazione precoce o ritardata” nell’uomo.
 il “vaginismo” (impossibilità della penetrazione) e la ”dispaurenia” (dolore sessuale durante il rapporto). 
In questi casi oltre alla psicoterapia sessuale è necessario l’intervento anche di  un medico che possa fornire le cure adeguate. Da un punto di vista psicologico è importante invece cogliere le dinamiche psichiche e relazionali che si muovono intorno alla disfunzione. La chiave del successo di una terapia sessuologica, sta nel riconoscere e trattare le manifestazioni più profonde, le ansie e le resistenze psicologiche che le disabilità sessuali comportano.
 
Share by: